Un inedito thriller poliziesco per Stephen King.

Stephen King si dà al genere poliziesco, con un romanzo, “Mr. Mercedes”, in cui il punto forte è la caratterizzazione dei personaggi.
Infatti, nonostante siano davvero tanti ad avvicendarsi sotto le luci dei riflettori, tutti restano, per un motivo o un altro, in mente al lettore. La storia parte in modo semplice: il detective in pensione William Hodges, con tendenze suicide dopo aver smesso con il mondo che faceva parte del suo essere, viene affrontato da Mr. Mercedes, lo pseudonimo dietro cui si nasconde il giovane Brady Hartsfield, che qualche tempo prima ha investito e ucciso otto persone appunto con una Mercedes rubata. L’assassino, dopo aver condotto al suicidio Olivia Trelawney, la proprietaria dell’auto usata per la strage, con lo stesso metodo, manda una lettera al detective invitandolo a parlare con lui attraverso la chat “Sotto l’ombrello blu di Debbie”.
Solo che qualcosa non va come preventivato, e anzi Bill reagisce, con l’aiuto del collega Pete Huntley, ancora in servizio, Jerome Robinson, un suo amico, Holly Gibney, donna con problemi mentali ma molto intuitiva, e soprattutto Jannelle Patterson, con cui l’uomo comincia una relazione sentimentale. Invece di soccombere ai colpi psicologici del folle Brady, lo mette alle corde rispondendo colpo su colpo. A un certo punto Brady perde completamente il senno e organizza il suo, di suicidio, ma facendo in modo di portare con sé tantissime persone: decide di infiltrarsi fra il pubblico del concerto di una boy band dopo essersi caricato di esplosivi.
Il rapporto morboso di Mr. Mercedes con la madre, il segreto che entrambi nascondono, ovvero aver ucciso insieme il fratellino di Brady, e il suo cambiamento mentale fanno di questo romanzo un prezioso esempio di come la mente umana possa esser portata su carta da uno scrittore. Cambiamento opposto quello che vive Bill Hodges, che rinasce grazie alla nuova pista e alla nuova indagine da seguire, seppur tenendo all’oscuro la polizia e quindi con tutti i rischi del caso.
Non mancano deliziose autocitazioni a cui lo scrittore americano ci ha abituato nel corso degli anni: se il personaggio di Brady ricorda Charlie Decker, protagonista di “Ossessione“, la storia rimanda a “Christine” e “Buick 8“, mentre la maschera da clown che l’assassino indossa durante l’assalto con la Mercedes riporta subito a “It“, e Stephen King non si lascia scappare l’occasione per citare il film: «Mi mette i brividi. Hai mai visto quel film per la tivù con il pagliaccio nascosto nelle fogne?» dice infatti Pete, il collega di Bill.
Sarà il primo libro di una trilogia, e il finale aperto dà la possibilità di tornare in “Chi perde paga“, il secondo capitolo, sul buon personaggio di Brady, e anche di permettere ai lettori di conoscere ancor meglio Bill, Holly o Jerome.

Titolo originale
Mr. Mercedes
Autore
Stephen King
Anno pubblicazione
2014
Lingua originale
Inglese
Genere
Thriller
VN:F [1.9.5_1105]
Valutazione: 5.0/5 (9 voti)
Mr. Mercedes - Stephen King (Recensioni), 5.0 out of 5 based on 9 ratings

Ti potrebbe anche interessare: