Dal libro di Stephen King un gran film di George A. Romero.

Lessi questo romanzo tantissimi anni fa, e vidi il film nello stesso periodo. Motivo per cui mi è rimasto nel cuore, cosa che forse sarebbe successa ugualmente data la prosa di King, che in questo caso è davvero ben curata.

Comincia forse qui il periodo delle autocitazioni multiple e non più mascherate. In breve la trama racconta di uno scrittore, Thad Beaumont, un tranquillo professore che vive a Ludlow e che per “mascherare” i suoi libri più truculenti, li firma con lo pseudonimo di George Stark. A un certo punto, messo alle strette da un lettore che ha scoperto tutto e minaccia di divulgarlo, decide di “ucciderlo”, con tanto di servizio fotografico per un rotocalco, mentre lui e la moglie scavano una fossa in un cimitero, con lapide annessa. Ma George Stark ritorna, o meglio prende vita, e uccide diverse persone per arrivare a Beaumont. Lo sceriffo di Castle Rock, Alan Pangborn, investiga sul caso arrivando a scoperte sempre più strane, mentre Stark forma con il suo creatore un legame sempre più forte, fino a diventare quasi fisico nelle ultime concitate pagine.

Le autocitazioni, come detto, sono davvero tantissime. Una su tutte, quella che riguarda il rapporto tra lo stesso autore statunitense e Richard Bachman, famoso alter ego usato nei primi anni della sua carriera. Il romanzo è una risposta alla fine di Bachman, avvenuta proprio in quel periodo.

Passando ai luoghi in cui è ambientata la storia, erano stati già usati dal Re del Brivido in un altro libro, Pet Sematary. Non tornano morti viventi (a parte George Stark, ovviamente) ma alcuni personaggi di contorno sì, e altri che verranno sviluppati in lavori successivi, che tengono ancora più avvinghiato il lettore, preso non solo dalla storia ma anche dai riferimenti a Castle Rock, paese che per gli amanti di King non ha bisogno di presentazioni.

Non a caso è stato notato da George A. Romero, regista e maestro dell’horror, che si accaparrò subito i diritti per un film, facendolo uscire nel 1993. Nel cast il protagonista è Timothy Hutton, nel doppio ruolo Beaumont-Stark.

Titolo originale
The dark half
Autore
Stephen King
Anno pubblicazione
1989
Lingua originale
Inglese
Genere
Horror
VN:F [1.9.5_1105]
Valutazione: 4.9/5 (9 voti)
Recensione: La metà oscura - Stephen King, 4.9 out of 5 based on 9 ratings

Ti potrebbe anche interessare: