Charlene McGee, detta Charlie, è una bambina molto particolare. A prima vista normale, è invece molto pericolosa, in quanto figlia di due persone che hanno acquisito poteri paranormali a seguito di un esperimento con la sostanza denominata Lot-six. Il suo potere è quello di appiccare il fuoco con la forza della mente, potere maggiore rispetto a quello del padre, che convince gli altri a compiere determinate azioni, e molto maggiore rispetto alla madre, i cui poteri erano quelli di muovere piccoli oggetti col pensiero. Erano, appunto, in quanto la madre viene uccisa dalla “Bottega”, ente che ha promosso l’esperimento a cui i due genitori, all’epoca due giovani ragazzi, si sono sottoposti.

La Bottega vuole la piccola, in quanto frutto di due soggetti trattati con il Lot-Six, e per farlo li insegue lungo tutta l’America.

Intorno a questi temi si sviluppa quest’opera del Re del Brivido, che risponde alla sua maniera a romanzi del calibro di Fahrenheit 451 di Ray Bradbury e 1984 di George Orwell. Molti romanzi di Stephen King hanno qualcosa in comune con i grandi classici della letteratura, e nel corso della sua carriera ha strizzato l’occhio a Stoker, Agatha Christie, Orwell appunto, e molti altri.

John Rainbird, a capo del gruppo che insegue padre e figlia e, a un certo punto del romanzo, li cattura, ha uno spessore notevole, l’ottima caratterizzazione tipica dei lavori di King è unita alla credibilità del personaggio: ci si aspetta davvero di tutto da Rainbird, la cattura dei due è un importante tassello.

Stephen King tempo fa disse che non c’è nulla di morale come un film o un romanzo: le vicende finali di questo lavoro ricalcano in parte quelle di Carrie, romanzo d’esordio dell’autore originario del Maine, con tanto di edificio in fiamme e Rainbird morto. La crescita di King però si vede da questi particolari: c’è un colpo di scena seguente all’incendio che, di fatto, dovrebbe concludere il libro.

Da questo romanzo è stato tratto, manco a dirlo, un film. Mark L. Lester nel 1984 riprende l’idea e ne fa un lungometraggio, con protagonista una incantevole, e giovanissima, Drew Barrymore. Da notare in “Fenomeni paranormali incontrollabili”, questo il titolo italiano della pellicola, la presenza di Martin Sheen, già nel cast de “La zona morta”.

Titolo originale
Firestarter
Autore
Stephen King
Anno pubblicazione
1980
Lingua originale
Inglese
Genere
Horror
VN:F [1.9.5_1105]
Valutazione: 4.9/5 (12 voti)
Recensione: L’incendiaria - Stephen King, 4.9 out of 5 based on 12 ratings

Ti potrebbe anche interessare: