Storie intrecciate e pochi personaggi ricorrenti fanno di quest’opera un insieme da scoprire fino all’ultima pagina.

Romanzo disumano”, di Alessio Pecoraro, è uno di quei lavori che non riesco a ben definire in un genere preciso, il che non è affatto un male: il gioco di scatole cinesi in cui si cimenta lo tiene fuori dai soliti schemi.
Le storie intrecciate prendono il via con la prima parte, “10 Secondi”, in un teatro, dove il protagonista viene in contatto con la Terra (o almeno un suo granello), che ha forma di una splendida donna nuda. È un’allucinazione dovuta forse ai litri e litri di vino consumati con l’amico spagnolo Jorge, con cui condivide l’esperienza vissuta e si fa dire quella che ha avuto l’amico, fin quando entra in gioco la fidanzata Cleo, che pure ha una visione simile davanti a un quadro.
Da qui, il salto alla seconda parte, “10 Km”, che sembra una nuova storia (tranne per il nome del protagonista, Jorge, un personaggio diverso rispetto allo spagnolo della prima parte) e solo alla fine si ricollega al filone principale. La terza parte, “10 Pagine”, è una spiegazione, prima criptica, poi via via più chiara, di ciò che è accaduto, ma non è ancora la fine, perché un altro colpo di scena colloca tutto il romanzo in un’unica dimensione.
Ottimo libro, specialmente la parabola di Jorge (non l’amico spagnolo, ma il protagonista di “10 Km”), definito a ragione un misantropo ma che affronta un viaggio che lo riabilita agli occhi del lettore. Il viaggio diventa un pretesto per l’autore Alessio Pecoraro, il quale inserisce pensieri su quanto sia costruttivo, invece dell’odio, accogliere il prossimo senza preconcetti. Anche ne “L’uomo stanco” a volte accade lo stesso, una sorta di marchio di fabbrica che lo rende particolarmente interessante.
Come detto all’inizio, difficile inserirlo in un genere e difficile parimenti non svelare il finale, uno dei punti forti dell’opera, perché legata a doppio filo col resto, segno che la visione d’insieme dell’autore, prima di scrivere il “Romanzo disumano”, era davvero ampia.

Titolo originale
Romanzo disumano
Autore
Alessio Pecoraro
Anno pubblicazione
2016
Lingua originale
Italiano
Genere
Narrativa
Editore
Nulla Die
VN:F [1.9.5_1105]
Valutazione: 5.0/5 (8 voti)
Romanzo disumano - Alessio Pecoraro (Recensioni), 5.0 out of 5 based on 8 ratings

Ti potrebbe anche interessare: