In quest’opera si assiste a un tuffo tra le proprie radici per la poetessa.

Quando ho cominciato la lettura della nuova raccolta di poesie di Michela Zanarella, ho pensato a componimenti che avrebbero richiamato “Sensualità”, primo suo libro che ho avuto il piacere di recensire. Immagine e stile dati dal titolo, “Le parole accanto”, mi davano quest’impressione. Continua >

VN:F [1.9.5_1105]
Valutazione: 5.0/5 (8 voti)